Giovanni Cecere presenta il suo libro “‘O tiempo passa…e penziere volano”

Bagno di folla in sala consiliare per la presentazione del libro “ ‘O tiempo passa e penziere volano”, opera prima del poeta e pensatore melitese, Giovanni Cecere, dipendente del comune di Melito, in servizio presso il settore Urbanistica. Il libro con 75 poesie è stato stampato grazie al contributo erogato dal sindaco di Melito, il dottor Antonio Amente,

“Perché dobbiamo trovare sempre il modo di sostenere la cultura e le giuste aspirazioni di chi merita attenzione come Giovanni Cecere che con la sua opera diffonde valori sani e recupera il concetto di melitesità, memoria storica della nostra comunità cittadina”. Alla presentazione hanno partecipato ovviamente l’autore, che ha letto numerosi brani riscuotendo applausi a scena aperta, l’assessore alla Cultura Mariarosaria Maisto, il sindaco di Melito, dottor Antonio Amente, il professor Iossa Fasano, il notaio e storico Cimmino, il giornalista Luciano Mottola, il vicesindaco di Melito Antonio Testa e il presidente della commissione Cultura del Comune di Melito Francesco Garzone. Gli interventi sono stati moderati da Giuseppe De Silva responsabile ufficio comunicazione del Comune di Melito. La manifestazione è cominciata con la distribuzione di rose e cioccolatini a tutte le donne presenti in sala.  Le due hostess di eccezione “Francesca e Giulia” hanno così dato il  via con un pizzico di glamour ad una serata perfettamente riuscita, accompagnata dalle note di Francesco Garzone che con un sottofondo di piano, ha ricamato sulle note poetiche declamante da Cecere. Il sindaco ha ricordato come Giovanni Cecere abbia ricevuto lettere di encomio firmate proprio da lui, il primo cittadino, ma anche da parte di S.E. il cardinale arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe e dalla segreteria della presidenza della repubblica ricevendo i complimenti del Capo dello Stato.

“Giovanni Cecere riscopre i valori del nostro antico stare insieme – dice il sindaco di Melito – ma ha anche molteplici fonti di ispirazione come la sua religiosità e la storia come dimostra il testo che ha reliazzato per le vittime dei campi di sterminio durante la seconda guerra mondiale”.

I componimenti inseriti da Giovanni Cecere in questo volume sono 75, ma si tratta solo della punta di un iceberg avendo il poeta melitese raggiunto il mezzo migliaio di sonetti.

Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Aprile 2011 10:51
 

Collegamenti Menu

Copyright © 2020. Comune di Melito di Napoli - Designed by Shape5.com